Idee

5 consigli per arredare la tua nuova cucina

Arredare senza commettere errori è possibile. Ecco a voi 5 preziosi consigli per non sbagliare approccio nella scelta della vostra nuova cucina.

1 – Dimentica il passato

È fondamentale liberarsi del passato e dimenticare la vostra vecchia cucina. Quando trascorri molti anni tra i fornelli della stessa cucina si sviluppa un affetto particolare che spesso è difficile da accantonare.

Mi sono trovata più volte di fronte a clienti che volevano impostare il nuovo progetto esattamente come quello esistente e questo è un vero peccato.

Il design corre velocemente. Le tendenze cambiano ogni anno e gli elementi tecnici si evolvono.

I materiali sono nuovi, migliori, vibranti. Gli elettrodomestici percorrono la via tecnologica diventando sempre più sensibili allo svolgersi della nostra vita quotidiana. Le volumetrie si dilatano e le misure tecniche degli ambienti si ridefiniscono.

Abbandonati e lasciati trasportare dalle correnti che formano il nuovo design.

Il piano cottura a induzione per esempio sta rivoluzionando l’estetica e la volumetria delle cucine. La cappa tradizionale non è più obbligatoria e questo permette una maggior pulizia delle forme che risulta essere la condizione ideale per gli open space.

2- Non ragionare a compartimenti stagni

Non pensare che la cucina sia un mondo a parte. Quando si colloca in una stanza separata dalla zona giorno non bisogna credere che non debba comunicare con gli altri ambienti.

Se per esempio i mobili del soggiorno sono in rovere wengè sarebbe opportuno che anche la cucina lo sia o che quantomeno abbia un colore idoneo all’abbinamento. Nocciola e wengè insieme per esempio sono perfetti. Cerca di creare un legame fra gli ambienti o la tua casa risulterà slegata e poco uniforme.

Nel caso di un progetto nuovo che prevede la cucina aperta sulla zona living il progettista deve ragionare tenendo in considerazione la visione d’insieme.

La considerazione dell’ambiente è importante. Prediligi chi ti fa un progetto globale tenendo conto di infissi esistenti, pavimento da posizionare, illuminazione già acquistata, tavolo da contestualizzare e così via. L’acquisto separato del mobile ormai è storia vecchia.

3- Tieniti aggiornato

Il web ti permette di conoscere quello che in questo momento fa tendenza e quali sono le linee che oggi vanno per la maggiore.

Nel percorso di acquisto le scelte da effettuare sono tantissime e non tutte semplici. Per arrivare a definire l’impianto generale della cucina è fondamentale iniziare a farsi un’idea del tipo di frigorifero che si intende inserire o del tipo di lavello che si vuole adottare. Iniziare dalle piccole cose ti aiuta a scremare opportunità che magari non ti servono.

Cerca, guarda, studia. Tieniti aggiornato su tendenze, estetica, materiali, colori. Sfrutta il mondo digitale per capire quali sono oggi gli argomenti che più ti appartengono. Non si acquistano tante cucine nella vita quindi studia e non avere fretta.

Ci sono aziende che producono cucine meravigliose e anche molto costose. Non fare l’errore di pensare che a casa tua una cucina così non possa andare bene. Molti brand lavorano “a sistema” e questo significa che ti personalizzano una cucina esattamente in base alle tue necessità estetiche ed economiche.

4- Dialoga con il progettista

Il dialogo con il progettista è una delle cose fondamentali da mettere in pratica. Chi sta per progettare la tua nuova cucina deve assolutamente conoscere le tue abitudini e in che modo conduci la tua vita. Quanti siete in famiglia e che tipo di lavoro fate. Se amate cucinare e fare cene numerose oppure se preferite mangiare fuori. Non mi sento fuori luogo a sostenere che un progetto ben riuscito scaturisce da un “analisi” dettagliata delle persone.

Non aver paura di dire al progettista che accendi il forno una volta al mese perché questo ti aiuterà a risparmiare soldi in un elettrodomestico che utilizzi poco e potrai investirli in qualcosa a te più congeniale.

Maggiore è il dialogo, più sono le informazioni che fornisci e più funzionale sarà la tua cucina. Te la cuciranno addosso.

5- Non trascurare i dettagli

Questo è il consiglio che mi sta più a cuore e che spesso fatico a far comprendere. I dettagli sono fondamentali e curano l’ambiente. Non è facile comprendere per esempio che esistono almeno 12 tipi di bianco e che prima di accostare due materiali dello stesso colore bisogna accertarsi che si tratti della stessa tonalità. Questo vale per ogni cosa. La scelta del materiale che comporrà la cucina prevede l’analisi del tipo di pavimento. I colori da adottare dovranno rispecchiare il progetto generale della casa.

Se stai pensando di acquistare due vasi per arredare l’isola della cucina cerca di analizzare bene quali possono fare al caso tuo. Scodelle in terracotta possono addolcire e scaldare una cucina total white.

Tre sgabelli rossi in una cucina grigio grafite esalteranno l’ambiente e catalizzeranno l’attenzione.

Questi 5 consigli per arredare la tua nuova cucina possono aiutarti a capire e a non sottovalutare aspetti importanti e fondamentali per l’acquisto di un ambiente così importante. Hai delle domande? Dubbi? Scrivimi!


Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scopri come vengono trattati i tuoi dati