Interior

Un po’ di verde per la testa | I vasi antropomorfi

L’arrivo della Primavera mi riempie di energia e voglia di colore. L’aria profuma di gemme pronte a sbocciare e il sole inizia a farsi sempre più caldo. La voglia di acquistare fiori e piante per arredare un angolo della casa diventa irrefrenabile.

Abbiamo già parlato di quanto il vivere greenery aiuti a gestire meglio lo stress della vita quotidiana. Vivere a contatto con la natura o coltivare un angolo green aiuta a riguadagnare ottimismo e relax. Per questo motivo ho deciso che presto acquisterò dei vasi per ospitare del verde che dovrò scegliere con cura poiché non sono famosa per il mio pollice verde. 😉

Ma qual è la nuova tendenza decorativa per il green interior 2020? Continuate a leggere e ve lo svelo subito!

I vasi che passione

Sono tanto critici da acquistare quanto difficili poi da gestire. Non sappiamo mai come e dove posizionarli, con quali altri oggetti e colori. Richiedono composizioni floreali sempre nuove e fresche ma c’è una nuova tendenza che li rende armoniosi e accattivanti anche senza l’addobbo floreale.

È la tendenza dei vasi antropomorfi.

Sono famosi in moltissime regioni d’Italia soprattutto dove l’artigianato locale produce vasi in terracotta. Complice di questa tendenza è anche la riscoperta dell’arte dell’illustrazione per cui i volti di uomini e donne diventano la massima decorazione del momento.

Le possibilità sono infinite poiché i nostri 36 muscoli ci permettono di muovere e conformare il volto in espressioni che ne rispecchiano lo stato d’animo. Le teste di persone sono la massima espressione dell’home decorating.

Le Teste di Moro

I vasi antropomorfi sono da sempre oggetto di studio progettuale e collezionismo. Sono molti i designer e gli artigiani che si occupano di progettare e produrre vasi le cui forme richiamano i volti umani.

Ma da dove nasce questa arte?

Le Teste di Moro sono vasi di grandi dimensioni, finemente dipinte a mano, decorate con corone e sfarzosi gioielli al collo e alle orecchie. La testa stessa è il corpo del vaso che ospita la pianta che adornerà ulteriormente l’oggetto.

Le Teste di Moro hanno origine nei grossi e soleggiati terrazzi Siciliani alle cui estremità spiccano proprio i vasi a forma di testa.

La leggenda

Villa D’Este

L’origine della Testa di Moro è da ricondurre all’anno Mille ovvero al periodo della dominazione araba in Sicilia. Questi vasi custodiscono una storia fatta di amore e passione che nasconde però un lato oscuro e macabro. La leggenda narra di una donna che, dopo aver ceduto all’amore di un moro che passava sotto al suo balcone, se ne innamorò perdutamente.

Presto però scoprì che lui aveva moglie  e figli al di là del mare e quindi, una notte, lo aspettò nel letto e lo uccise decapitandolo.
Espose la sua testa sul balcone e vi piantò all’interno del basilico, pianta ritenuta nobile, che annaffiava ogni giorno con le sue lacrime.

La pianta cresceva talmente rigogliosa che i vicini di casa, carichi di invidia e incuriositi da tanta prosperità, si fecero fare da un artigiano dei vasi a forma di testa di moro per adornare così anche il loro terrazzo.

I vasi antropomorfi oggi

Balvi

Oggi torna la Testa di Moro in versione originale ma anche e soprattutto rivisitata in chiave moderna, con espressioni simpatiche e con anche parte del busto. Sono presenti in questa nuova ma antica tendenza, anche le teste di bambini con espressioni simpatiche e tipiche dell’infanzia.

Unitable

Adesso che sapete quasi tutto sull’origine dei vasi a forma di testa, non vi resta che dare un’occhiata alle mie foto scattate all’Homi 2020, la fiera sugli stili di vita che si tiene ogni anno a Milano.

Unitable
Innovaliving

E voi, cosa ne pensate? Vi piace questa nuova tendenza decorativa per la casa? Io l’adoro!



2 risposte.

  1. Laura ha detto:

    Bellissimo post, bellissime foto. Come sempre!! Brava Federica! 🌿🌺🍃🌷

    1. Federica Iobbi ha detto:

      Grazie laura! Sono felice ti piaccia!

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scopri come vengono trattati i tuoi dati