Idee, Interior, News

Armadio | 5 modi per organizzarlo

L’acquisto di un armadio come per ogni ambiente di casa richiede un momento riflessivo e di analisi. Bisogna considerare abitudini ed esigenze personali ma soprattutto valutare che è un oggetto di uso quotidiano e quindi è bene non lasciare al caso nessuna scelta.

Le domande

Se state acquistando un nuovo guardaroba dovete assolutamente rispondere ad alcuni quesiti:

  • che lavoro fai? Quali vestiti indossi nel quotidiano lavorativo?
  • preferisci appendere o piegare gli abiti?
  • a quale “categoria” appartieni? Sei di quelli che ama “scavare” alla ricerca della maglietta perduta oppure preferisci avere tutto a vista e ben ordinato?

Un arredamento funzionale nasce da una buona conoscenza della persona e per progettare un armadio bisogna anche conoscere i vestiti che “abiteranno” il guardaroba.

Ho raccolto 5 idee per 5 armadi che rispecchiano scelte diverse in base ad abitudini e look. Siete pronti? Partiamo!

Il minimal di Centoventimq

Com’è sarà fatto l’armadio di una interior designer fissata con il minimalismo e sposata con un private banker?
Io indosso abiti di vario genere ma rigorosamente neri e per questo motivo ho previsto all’interno dell’armadio una buona illuminazione che mi permette di non confondere i vestiti quando la luce naturale scarseggia. Inoltre ho valutato due aspetti importanti:

  • detesto piegare i vestiti
  • detesto gli sprechi di spazio

Per questi motivi l’ho allestito così.

Ho diviso l’armadio a metà con un vano alto 35 centimetri in cui dispongo maglioni, jeans, felpe e gli indumenti comodi per il lavoro in smart o il relax da casa. Questo vano mi permette di non appendere indumenti  troppo pesanti.

Cercate sempre di distribuire il peso in modo uniforme senza sovraccaricare troppo alcune zone. Anche una Ferrari a tutta velocità contro un muro si rompe. A prescindere dal costo che avete affrontato per l’acquisto del vostro armadio, caricare troppo peso senza bilanciare le zone può compromettere alcuni accessori o la stabilità della struttura.

L’armadio di Centoventimq è strutturato così anche perché ho potuto destinare accessori, biancheria e intimo in altre zone della casa.

Se volete approfondire questo argomento potete leggere anche il mio post sul cambio di stagione e 3 consigli salvaspazio.

Il classico

Ho deciso di chiamare “classico” l’armadio costituito da accessori base quasi sempre inclusi nel costo che però non soddisfano la necessità di riporre anche lenzuola, coperte e biancheria intima. In questo caso è opportuno inserire una cassettiera e un ripiano extra per creare una zona biancheria e un vano per gli abiti lunghi oltre i 120 centimetri.

Quando i vestiti lunghi sono al massimo 15 è opportuno aggiungere una spalla per ottimizzare lo spazio e ricavare un vano completo di ripiani per maglie, lenzuola e accessori.

Cassetti mon-amour

Per chi ama profondamente i cassetti e decide di piegare una grande quantità di vestiti può acquistarne diversi e dedicare loro un vano intero. I cassetti sono ideali per la biancheria intima, le magliette, i costumi e gli accessori di vario genere. Sono invece meno indicati per le maglie invernali che sono troppo spesse per la capienza complessiva in altezza.

Lo ammetto…non sono una fan dei cassetti poiché la struttura che li contiene porta via diversi centimetri ed io…sono una vera sfruttatrice di spazio!
Quindi consiglio:

  • se volete piegare e contenere maglie e maglioni acquistate i cestoni, decisamente più alti e capienti
  • acquistate molti cassetti se avete un armadio decisamente spazioso

Per Lui e per Lei

Per i gelosi dello spazio come me l’armadio si può suddividere al centimetro con la stessa quantità di spazio per Lui e per Lei.

Per Lui:

  • un vano appendiabito superiore per giacche e camicie
  • un portapantaloni estraibile
  • un cassetto per l’intimo
  • un elemento per vestiti e giacche lunghe
  • qualche ripiano per accessori e indumenti piegati

Per Lei:

  • un vano appendiabito superiore
  • un vano alto circa 90 centimetri per camicette, gonne corte, pantaloni piegati
  • un cassetto per l’intimo
  • un elemento per vestiti e gonne lunghe
  • qualche ripiano per accessori e indumenti piegati

Accessories lovers

Una cosa importante da sapere per gli amanti degli accessori è che a questo non esiste limite. Ho allestito armadi in cui l’attrezzatura interna superava il costo dell’intera struttura armadio!

Gli accessori hanno due lati negativi:

  • il costo
  • la perdita di diversi centimetri per via delle strutture e la ferramenta di sostegno

Ripiani portapantaloni, cassetti estraibili per cravatte e cinture, cestoni con divisori per la biancheria intima, servetti, cassetti in vetro, ripiani estraibili per borse, griglie porta camicie, mini cassetti porta accessori, ripiani inclinati per scarpe…sono solo alcune delle possibilità a disposizione.

E tu? Che tipo di armadio sei? Se ti è piaciuto questo articolo puoi condividerlo e se hai bisogno del tuo armadio personale scrivimi, lo realizziamo insieme.


Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scopri come vengono trattati i tuoi dati